Festa dei Fratelli

La festa dei fratelli (in inglese Siblings Day, anche detta negli Stati Uniti National Siblings Day o National Sibling Day) è una ricorrenza civile festeggiata il 10 aprile (Stati Uniti) e il 31 maggio (Europa) di ogni anno, celebrata in onore del legame che unisce fratelli e sorelle.

La festa è stata originariamente concepita da Claudia Evart per onorare il ricordo di suo fratello costituita nel 1997 ed è divenuta una organizzazione non a scopo di lucro nel 1999.

Carolyn B. Maloney, rappresentante del 12º distretto congressuale dello Stato di New York, ha onorato ufficialmente la festa per poi introdurla nel Congressional Record ufficiale del Congresso degli Stati Uniti d’America il 26 settembre 2005.

Fernando Ribeiro e Castro, portoghese, fondatore ed ex presidente dell’ELFAC, già deceduto, è l’autore di una frase che segna la celebrazione e lo spirito di questa iniziativa: “Se vuoi vedere un bambino felice, dagli un fratello. Se vuoi vedere un bambino molto felice, dagli un sacco di fratelli.” Questo è uno dei motivi per la data del 31 maggio: l’ultimo giorno di maggio, in cui si sono svolte altre celebrazioni familiari, e la vigilia della Giornata dei bambini in vari paesi, come il Portogallo. La Festa dei fratelli è anche una specie di felice annuncio di famiglia ai bambini piccoli. Ulteriori informazioni possono essere trovate su una pagina elettronica della Festa dei fratelli.[8]

“Se vuoi vedere un bambino felice, dagli un fratello. Se vuoi vedere un bambino molto felice, dagli un sacco di fratelli.”

Fernando Ribeiro e Castro

ELFAC ha membri associati in diversi paesi europei: Austria, Cipro, Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Portogallo, Romania, Serbia e Svizzera. Ma l’adesione alla data e allo spirito del 31 maggio è aperta a qualsiasi altro paese europeo o non europeo.

Un Utopico Auspicio.

Anche se , come già detto in Europa la data ufficiale della ricorrenza è il 31 Maggio , noi condividiamo un messaggio di speranza e solidarietà, con i fratelli degli Stati Uniti d’America, che come noi in questo momento si trovano a fronteggiare lo stesso nostro Mostro invisibile. Più in generale il nostro messaggio è rivolto a tutti noi esseri umani. Il COVID-19 forse ci avrà privato degli abbracci, del calore di un bacio, ma speriamo ci faccia rinascere sotto uno spirito di unione e solidarietà al di là dei confini di uno Stato, della Nazionalità , della Bandiera. Il Nostro augurio è che non appena questa emergenza verrà annientata, si pongano le basi per essere davvero cittadini del mondo, per essere davvero fratelli. Sappiamo bene che è un’utopia , ma sognare non costa niente, se ad occhi aperti ancora di meno

foto di Warren Wong

Artemisia ServiceVivi a Colori

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *